Visita Citroën Business tra secondi

auto berlina: guida alla scelta

GUIDA ALL’ACQUISTO DELLA BERLINA

È pensiero comune che per chi viaggia spesso con la famiglia al completo o percorre molti chilometri in macchina ogni giorno l’auto migliore da acquistare sia una familiare, come una station wagon o una monovolume. Tuttavia, anche la classica berlina 3 volumi può risultare una soluzione intelligente, a patto di prendere in considerazione gli elementi giusti e scegliere il modello più adatto alle proprie necessità. Ecco come fare.

Auto berline: le principali caratteristiche

L’auto berlina, chiamata Sedan in America, Canada e Australia, si definisce come una vettura a quattro o cinque porte dotata di due oppure tre volumi (il numero di vani in cui è possibile suddividere lo spazio interno dell’auto). Il caso della tre volumi è quello classico: a questo tipo di auto, è associato un bagagliaio che occupa un volume ben distinto da quello dell’abitacolo (il terzo, per l’appunto). Le berline a 2 volumi, più compatte, presentano invece un vano posteriore meno sviluppato e il lunotto del bagagliaio risulta integrato nel portellone: questi modelli prendono anche il nome di hatchback e rappresentano normalmente la scelta più economica all’interno del segmento di riferimento.

Per merito di alcune loro caratteristiche costruttive, le berline sono oggi considerate il tipo di vettura più versatile in commercio, capace di adattarsi a stili di guida, abitudini di vita e budget anche molto differenti.

caratteristiche auto berlina

MOTORIZZAZIONI

ALTEZZA DA TERRA

TIPO DI CAMBIO

BAGAGLIAIO

Le berline sono uno fra i segmenti di auto più apprezzati dai consumatori italiani, soprattutto in virtù della loro grande versatilità che le rende adatte ad affrontare spostamenti quotidiani lunghi e brevi, su tracciati di vario tipo. Pertanto, i modelli che fanno parte di questo segmento sono spesso offerti in una un’ampia varietà di motorizzazioni, che permette loro di adattarsi alle più disparate esigenze. Dai propulsori a benzina leggeri e reattivi, perfetti per la città, ai motori a diesel per chi percorre settimanalmente molte decine di chilometri, per arrivare ai nuovi modelli elettrici e ibridi dedicati a chi si sposta raramente in auto e/o abita in zone a traffico limitato: insomma, in quanto a motorizzazioni il segmento delle berline racchiude davvero ogni possibilità.

Sotto questo aspetto le berline si avvicinano molto alle station wagon: l’altezza da terra varia molto in base ai singoli modelli, ma è comunque generalmente orientata a garantire a queste macchine un discreto livello di aerodinamica in condizioni meteo e stradali variegate. Per quanto riguarda le station wagon è possibile trovare valori più “estremi”: ribassati nelle versioni sportive, rialzati nei modelli pensati per l’off - road.

Per quanto riguarda il tipo di cambio valgono le stesse considerazioni fatte per le motorizzazioni. Le macchine berline di ultima generazione sono infatti spesso abbinate a una doppia scelta: cambio automatico o manuale. In particolare, la trasmissione automatica è sempre più apprezzata perché rende meno stressante le guida in città ed è soprattutto in questo frangente che tale opzione andrà presa seriamente in considerazione: poiché si tratta quasi sempre di un optional a pagamento, il gioco deve valere la candela. Bisogna tenere poi conto del fatto che la qualità del cambio automatico va di pari passo con la fascia di mercato di riferimento e che una trasmissione poco rapida porterà a performance non brillanti.

I valori del volume di carico del bagagliaio di una berlina si pongono a metà strada fra quelli delle utilitarie e delle station wagon. Per molti questo compromesso è l’ideale, perché dà comunque la possibilità di affrontare i lunghi viaggi con tranquillità (a patto, ovviamente, di non viaggiare in 5) avendo, in cambio, una carrozzeria piuttosto compatta, maneggevole e dunque adatta anche per gli spostamenti ordinari in città. Su alcuni modelli a 3 volumi, comunque, il bagaglio arriva a superare abbondantemente i 500 dm³: più che un compromesso, una vittoria su tutti i fronti.

COME SCEGLIERE UNA BERLINA

Come abbiamo visto le berline o sedan sono in assoluto il segmento di auto più versatile che esista. Pertanto, queste vetture possono adattarsi a profili di guidatori davvero molto eterogenei. Naturalmente il tipo di uso che si fa della propria macchina influirà sulla tipologia di berlina da acquistare: non solo per quanto riguarda la scelta della carrozzeria, a 2 oppure 3 volumi, ma anche relativamente ad altre caratteristiche da privilegiare rispetto ad altre.

BERLINE PER VIAGGIARE

Chi sceglie una berlina per viaggiare avrà soprattutto bisogno di volumi importanti: per questo è bene orientarsi sui modelli del segmento che presentano un bagagliaio con volume superiore ai 450 dm³, capace di accogliere un buon numero di bagagli. I criteri di scelta però non si riducono a questo: per chi trascorre in auto un gran numero di chilometri ogni giorno, le motorizzazioni diesel  sono attualmente le più convenienti; per chi usa la macchina anche in città, è consigliabile la scelta di un motore dotato di tecnologia Start&Stop per ridurre il consumo di carburante e l’emissione di gas tossici quando il veicolo è fermo in coda.

BERLINE PER FAMIGLIE

Anche per quanto riguarda questo profilo di guidatori, la regola aurea è sempre lo spazio. Specialmente se si hanno bambini piccoli, infatti, sarà necessario avere davvero tanto posto a disposizione per passeggini, seggioloni, borse del cambio e altri oggetti ingombranti. Una buona insonorizzazione garantirà poi di trascorrere serenamente il viaggio, limitando al minimo il rumore all’interno dell’abitacolo e dunque non disturbare il sonno dei neonati. Per questo bisognerà scegliere un’auto dall’eccellente qualità costruttiva, oltre che dotata di airbag sia frontali sia laterali, per proteggere tutti i passeggeri in caso di urti. Essenziali poi gli attacchi ISOFIX, cui allacciare con sicurezza il seggiolino dei più piccoli della famiglia.

BERLINE PER NEOPATENTATI

Il codice della strada stabilisce che nel primo anno dall’ottenimento della patente B non si possano guidare auto con un rapporto peso/potenza superiore ai 55 kW per tonnellata e una potenza massima maggiore di 70 kW. Generalmente le berline classiche eccedono questi limiti, dunque i neopatentati dovranno orientarsi verso le berline compatte e le auto per neopatentati, che comunque offrono spesso motori brillanti e sicuri. Consigliabile poi scegliere sistemi di assistenza alla guida che si rivelano un prezioso aiuto per il guidatore inesperto, come i sensori di pressione degli pneumatici, i fendinebbia, il cruise control e i sensori di parcheggio per salvaguardare i paraurti. Se cercate un’attenzione in più per il festeggiato o la festeggiata, scegliete una carrozzeria con colori a contrasto e tetto panoramico.

LE BERLINE DELLA GAMMA CITROËN

Fra le sue  berline, Citroën propone due modelli dedicati agli spostamenti quotidiani di chi cerca il perfetto connubio di eleganza, sicurezza, comodità e piacere di guida.

La nuova Citroën C4 Cactus continua a distinguersi nel segmento C per lo stile unico della sua carrozzeria, con i fari anteriori disposti su due file e gli Airbump laterali, ridimensionati rispetto ai modelli precedenti e incorniciati adesso da nuove scanalature che conferiscono dinamismo all’autovettura. Personalizzabile con 9 tinte di carrozzeria e 4 colori a contrasto per le finiture, racchiude al suo interno i nuovissimi Sedili Advanced Comfort, che garantiscono la massima comodità anche in viaggi molto lunghi, insieme alle innovative sospensioni idrauliche progressive che smorzano gli urti del terreno aggentilendo anche i tracciati più malmessi e dando l’impressione di scivolare su un tappeto.

Anche nelle versioni con tetto panoramico l’insonorizzazione rimane poi invariata grazie all’isolamento acustico e termico del vetro. Sul versante della sicurezza, il freno automatico d’emergenza e l’avviso di superamento involontario della carreggiata limitano il rischio di incorrere in scontri frontali. Inoltre, nella dotazione di base della berlina sono inclusi il cruise control, i sensori di pressione degli pneumatici e gli airbag frontali e laterali. Tutte le motorizzazioni (1.2 PureTech a benzina da 110 o 130 CV e 1.5 BlueHDi a diesel da 100 CV) sono dotate di sistema Stop&Start per diminuire il consumo di carburante su ciclo urbano. Il cambio automatico  è disponibile sul livello di potenza più basso del motore a benzina.

L’altro modello della gamma è Citroën C-Elysée, moderna berlina quattro porte dal prezzo competitivo e dal superlativo bagagliaio: l’auto segna infatti uno dei punteggi migliori del segmento, con i suoi 506 dm³ di volume che la rendono ideale per spostamenti in famiglia e lunghi viaggi. Per chi avesse bisogno di maggiore spazio a disposizione, è possibile frazionare i sedili posteriori in modo rapido e semplice. Ricca la dotazione di base, anche sul versante della sicurezza, che comprende i dispositivi già elencati per C4 Cactus aggiungendovi anche i fendinebbia anteriori e la ruota di scorta. L’auto è offerta in due motorizzazioni: un 1.2 benzina da 82 CV guidabile anche da neopatentati e un 1.5 diesel da 100 CV.

 

Top