Visita Citroën Business tra secondi
CITROÈN_CONQUISTA_PUNTI_IN_SARDEGNA-min

Citroën conquista punti preziosi nel Rally di Sardegna

Anche se il risultato finale di Citroën Total World Rally Team era scontato sin dal primo giorno di gara, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno comunque dato dimostrazione di grande competitività, con un secondo tempo nella Power Stage (che significa quattro punti di bonus), mentre Esapekka Lappi e Janne Ferm hanno concluso in settima posizione, dopo due ultime tappe molto ben gestite.


Dopo l’errore del primo giorno nella PS 5, mentre tentavano di ridurre al minimo l’handicap della loro funzione di apripista, su questi tratti tecnici e difficili, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, costretti a ricorrere al Rally 2, non potevano far altro in questa breve tappa (41,90 km) che provare a raggranellare qualche punto nella Power Stage Sassari – Argentiera. Sempre combattivi, i sei volte campioni del mondo francesi hanno conquistato quattro punti, che valgono il secondo posto della classifica provvisoria del campionato del mondo, a quattro lunghezze dal primo.

Anche se molto al di sotto delle aspettative del team, questo risultato porterà il vantaggio di avere strade già “spazzate” da un altro concorrente alla ripresa delle ostilità in Finlandia (1-4 agosto), dopo una pausa estiva che sarà sicuramente messa dai tecnici di Citroën Total World Rally Team per raddoppiare gli sforzi in vista della seconda parte della stagione.

Su terra, la prima tappa è determinante perché decide l’ordine di partenza successivo. E purtroppo Esapekka Lappi e Janne Ferm l’hanno constatato a loro spese. Partiti in sesta posizione, stavano prendendo i loro riferimenti quando l’allentamento di uno pneumatico nella PS 4 ha fatto loro perdere 40’’. Nonostante tutti gli sforzi successivi a bordo della loro C3 WRC per rimontare (scratch nella PS5, 2° tempo a soli 0,1’’ nella PS 9), non riuscivano ad andare oltre l’8° posto al termine della tappa inaugurale, anche a causa di un problema al captatore (PS 6). Ormai penalizzati da un ordine di partenza sfavorevole il sabato, hanno comunque gestito la giornata in modo regolare, senza il minimo errore, e continuato a prendere confidenza con la C3 WRC su terra, recuperando la 7ª posizione grazie agli eventi di gara. E la loro ultima giornata si è conclusa con questo stesso posto. La gara, affrontata comunque in modo intelligente anche se non avevano più la possibilità di esprimersi, servirà sicuramente ad affrontare al meglio il prossimo appuntamento in terra finlandese.


LE REAZIONI DI…

Sébastien Ogier, Pilota di Citroën Total WRT

"Nello sport automobilistico ci sono a volte dei week end no, e questo è stato decisamente uno di quelli. Ora è tempo di concentrarsi sul futuro. Partendo davanti potevamo comunque sperare, nonostante tutto, di arrivare attorno alla quinta posizione. I miei errori quindi sono costati qualche punto. Ma il campionato resta super serrato, anche se non è nel mio stile rallegrarmi per le disgrazie altrui, in particolare quando si tratta di Ott. Adesso farò un po’ di vacanza per ricaricarmi, e arriveremo in Finlandia cercando di fare di meglio".

Esapekka Lappi, Pilota del Citroën Total WRT

"Naturalmente non è il risultato che speravamo. L’andamento della nostra prima giornata ha condizionato moltissimo il resto del week end, e non ci ha dato un ordine di partenza che ci permettesse di mostrare le nostre capacità e rimontare su questo terreno che cambia enormemente al passaggio delle auto. Oltretutto, sabato mattina non abbiamo azzeccato la scelta degli pneumatici. Ma almeno vediamo l’arrivo e ci metteremo immediatamente al lavoro per sbarcare più forti a casa nostra, in Finlandia".

 
DUE DOMANDE A PIERRE BUDAR, DIRETTORE DI CITROËN RACING

Qual è la tua analisi di questo week end di gara in Sardegna?

Il risultato non è naturalmente quello sperato, anche se sapevamo che partendo per primi in questa gara in cui la funzione di “spazzini” è difficile, Sébastien e Julien non avrebbero avuto vita facile. Non possiamo biasimarli per i loro errori, visto che normalmente sono irreprensibili. E poi si sono ripresi bene dimostrando una grandissima combattività nella Power Stage. La prima giornata sottotono di Esapekka e Janne ha sfortunatamente avuto conseguenze sul seguito del loro week end, costretti a pulire le traiettorie per i concorrenti successivi. In Sardegna è un handicap pressoché insormontabile. Ma hanno saputo gestire la cosa in modo intelligente, nonostante la frustrazione, hanno accumulato chilometri a bordo della C3 WRC, sono arrivati in fondo e stanno ripartendo con il piede giusto in vista della Finlandia, dove sanno di avere il potenziale per fare delle bellissime cose.

Con un campionato così competitivo la tregua estiva si preannuncia densa…

In effetti la combattività di Sébastien e Julien, insieme all’esito rocambolesco di questa prova fanno sì che il campionato resti aperto. Questo non cambia il modo in cui impostiamo il nostro impegno nel WRC; continuiamo a mettere tutte le nostre forze nella lotta! Già dalla prossima settimana inizieremo i test per raddoppiare gli sforzi e offrire ai nostri piloti la migliore arma possibile per la seconda parte della stagione.

 
I MOMENTI SALIENTI DEL WEEK END

Descritta da alcuni come una speciale da rally raid tanto è dura, la Power Stage Sassari – Argentiera (6,89 km) ha visto ancora una volta Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, primo equipaggio WRC in partenza, protagonisti di un’ottima prestazione.

Sébastien Ogier l’aveva detto: il compito si annunciava arduo nella Power Stage, dal momento che il terreno avrebbe guadagnato grip nei vari passaggi. Su un terreno così sabbioso, in cui i solchi diventano sempre più profondi, prendersi dei rischi poteva fare la differenza. Sébastien e Julien hanno dato prova di un impegno notevole, e lo sforzo si poteva leggere anche sulle telecamere imbarcate puntate sui loro volti. La loro guida, normalmente molto pulita, è stata estremamente aggressiva, e questo ha fatto la differenza all’arrivo! Solo Andreas Mikkelsen, partito cinque auto dopo di lui, è risultato più veloce di poco più di due secondi. I quattro punti, così strenuamente conquistati in questa occasione, potrebbero rivelarsi determinanti al momento del bilancio finale.

 
CLASSIFICA FINALE

1 - Sordo / Del Barrio (Hyundai i20 WRC) 3h32’27’’2
2 - Suninen / Lehtinen (Ford Fiesta WRC) +13’’7
3 - Mikkelsen / Jaeger (Hyundai i20 WRC) +32’’6
4 - Evans / Martin (Ford Fiesta WRC) +33’’5
5 - Tänak / Järveoja (Toyota Yaris WRC) +1’30’’1
6 - Neuville / Gilsoul (Hyundai i20 WRC) +2’06’’7
7 - Lappi / Ferm (Citroën C3 WRC) + 2’59’’6
8 - Meeke / Marshall (Toyota Yaris WRC) +4’40’’1
42 - Ogier / Ingrassia (Citroën C3 WRC) +1h22’58’’5

 
CAMPIONATO DEL MONDO PILOTI

1 - Ott Tänak – 150 punti
2 - Sébastien Ogier – 146 punti
3 - Thierry Neuville – 143 punti
4 - Elfyn Evans – 78 punti
5 - Teemu Suninen – 62 punti
6 - Kris Meeke – 60 punti
7 - Andreas Mikkelsen – 56 punti
8 - Dani Sordo – 52 punti
9 - Esapekka Lappi – 40 punti
10 - Jari-Matti Latvala – 40 punti


CAMPIONATO DEL MONDO COSTRUTTORI

1 - Hyundai WRT – 242 punti
2 - Toyota Gazoo Racing – 198 punti
3 - Citroën Total WRT – 170 punti
4 - M-Sport Ford WRT – 152 punti

Top