Visita Citroën Business tra secondi
Citroen Arnaud Belloni

Salone di Ginevra 2019: intervista a Arnaud Belloni

Intervista al direttore marketing e comunicazione Citroën Automobiles.


Benvenuti allo Stand Citroën. Il 2019 è un anno molto importante per Citroën perché festeggiamo il 100° anniversario del Marchio. Abbiamo organizzato il centenario in base a tre pilastri.

Logicamente, il primo è la tradizione. Abbiamo permesso a tutti gli appassionati di Citroën di accedere, in modo virtuale, al museo di Citroën che, se volete, è una sorta di Hall of Fame elettronica, dove le persone possono scoprire on-line, ovunque siano nel mondo, le 85 vetture più iconiche del marchio.

Questo sito internet è all’indirizzo www.Citroën.origins.com. Abbiamo deciso di partecipare anche a tre, anzi quattro eventi chiave. Il primo è stato Rétromobile in febbraio, il secondo si terrà a Parigi in giugno e sarà la celebrazione officiale del centenario del Marchio, perché coincide con la data dell’anniversario. Questo evento sarà organizzato a Parigi, nel 15° arrondissement, in cui è stata creata l’azienda Citroën e l’evento si chiamerà Citroën_born_Paris_15th_district. Poi avremo un altro evento in luglio, a La Ferté-Vidame, che sarà organizzato dai club e avremo da 5000 a 10.000 collezionisti con le loro vetture; sarà un evento gigantesco. Saremo presenti anche a Goodwood, nel Regno Unito e questa per noi è una novità. Questo per quanto riguarda il passato.

Per il presente, abbiamo deciso di creare delle edizioni limitate chiamate Citroën Origins e saranno disponibili per tutte le gamme. Sono presenti in questo stand. Saranno disponibili per la C1, la C3, C3 Aircross, C4 Spacetourer.

E per il futuro abbiamo deciso di mostrare la visione del futuro della mobilità secondo il nostro Marchio. Per questo togliamo il velo alla prima concept-car chiamata Ami One concept. Questa vettura incarna la nostra visione della mobilità urbana, completamente elettrica, si guida senza patente, un’auto rivoluzionaria, molto compatta, con un buon rapporto progettazione-costi, un oggetto davvero brillante e di rottura.

La seconda concept car sarà svelata in maggio a Parigi a Vivatech, che è una sorta di festa della tecnologia, non è una festa dell’automobile, è un festival della tecnologia e sveleremo la nostra visione della tecnologia da qui al 2020, un’auto superconfortevole, a guida autonoma, al 100% elettrica e sarà una stradista. L’altra è un oggetto per la mobilità urbana, questa sarà una stradista.

Direi che oltre a tutto questo, il centenario è organizzato per dare la parola agli appassionati delle nostre auto. Il nostro claim è “Inspired by you” e abbiamo deciso di regalare il centenario ai nostri fan. Ecco perché questo centenario appartiene ai nostri fan: loro producono i contenuti e abbiamo organizzato dei viaggi in tutto il pianeta per andare a trovare i fan di Citroën. Quindi andiamo in Giappone, in Cile, in Italia, in Germania, nel Regno Unito, andiamo ovunque. A volte intervistiamo i concessionari, altre volte le flotte, aziende, proprietari di taxi Citroën, o di furgoni o di VCL. Abbiamo dato la parola anche ai concessionari Citroën che si tramandano l’attività dal nonno, al padre, al nipote. Ecco come festeggiamo il Centenario.

Il Centenario è festeggiato anche con una pubblicità straordinaria?

Si, ha ragione. Oltre a quanto ho detto, abbiamo realizzato uno spot pubblicitario che è un film sul marchio, un inno alla libertà e alla ricerca di mobilità. Questo film sul marchio è stato realizzato l’anno scorso e quest’anno lo abbiamo arricchito. Abbiamo Jacques Séguéla con la DS e Sebastien Loeb con la Xsara WRC e alla fine Ami One concept e anche la Picasso, la Xsara Picasso che è stata la prima monovolume compatta. Quindi questo film è un inno alla libertà, alla mobilità e al DNA di Citroën.

Top