Visita Citroën Business tra secondi
1208304-motqv99wqn-whr-min

LA C3 WRC NEL REGNO DELLA NEVE E DEL GHIACCIO

Il Rally di Svezia, seconda prova del Campionato del mondo della specialità e unica prova in calendario totalmente su neve e ghiaccio, è il regno dei funamboli. Per l’occasione Citroën Total Abu Dhabi WRT schiererà una terza C3 WRC per Mads Ostberg – Torstein Eriksen, che si uniranno a Kris Meeke – Paul Nagle e Craig Breen – Scott Martin, suoi equipaggi ufficiali.

DONI DI EQUILIBRISMO

La Svezia sta al rally come le Olimpiadi  Invernali stanno allo sci: un appuntamento imperdibile, il tempio degli sport invernali, in cui le velocità raggiunte sono importanti quanto il livello di abilità al volante. Per lungo tempo è stata riserva di caccia dei piloti scandinavi, fino a quando nel 2004 l’egemonia è stata rotta per la prima volta da Citroën e dalla coppia Loeb-Elena (Xsara WRC), exploit replicato da allora da un solo pilota latino. Inutile dire che sulla carta i nordici sono avvantaggiati, specialmente per la loro grande esperienza in queste condizioni di aderenza. Da qui l’importanza per Citroën Total Abu Dhabi WRT di inserirne uno nelle sue fila, Mads Ostberg, al fianco di Kris Meeke e Craig Breen, piloti ufficiali.

Il norvegese conosce bene Citroën per averne indossato i colori dal 2014 al 2015, con sette podi all’attivo. In Svezia è conosciuto non solo per i suoi spettacolari salti sul celebre Colin’s Crest della speciale di Vargasen, ma anche per il secondo posto conquistato nel 2011, e per gli altri quattro podi successivi: 3° nel 2012, 2013, 2014 e 2016. Anche Kris Meeke e Craig Breen hanno le carte in regola per proseguire nella conquista di punti iniziata dal team al Montecarlo. Il primo ha già giocato un ruolo da protagonista alla sua terza partecipazione ( 2016), mentre il secondo, con cinque partecipazioni e un quinto posto come miglior risultato nel 2017, apprezza particolarmente le specificità di questo rally così atipico.

 UN PERCORSO PIÙ TECNICO

Quest’anno il programma prevede un percorso modificato di quasi un quarto rispetto all’edizione precedente. Ma ad essere realmente inediti sono però i poco più dei cinque chilometri della speciale di Torsby, mentre una decina di chilometri della Hagfors e della PS di Torntop erano già stati inseriti rispettivamente nel 2013 e nel 2014. La novità invece consiste negli imponenti muri di neve che quest’anno fiancheggiano il percorso delle crono, con le conseguenze che ne derivano sull’ampiezza della strada, sul raggio delle curve e quindi sulle note… Abituati, per la clemenza  del clima di questi ultimi anni, a evitare di sfiorare questi pendii innevati, gli equipaggi rischiano questa volta di doversi appoggiare bellamente per uscire dalle curve alla massima velocità. Una vera sfida, in cui l’esperienza potrebbe fare la sua parte: comunque sia, lo spettacolo sarà garantito!

 

HANNO DETTO

 

Pierre Budar, Direttore di Citroën Racing

"Considerate le velocità, per essere performanti in Svezia bisogna avere un buon feeling al volante. Le prove che abbiamo effettuato hanno avuto per obiettivo quello di mettere gli equipaggi nella migliore disposizione, con condizioni di guida più fedeli possibile a quelle che troveranno questa settimana. L’arrivo di Mads Ostberg, con i suoi cinque podi in questa gara, rafforzano notevolmente le nostre possibilità, poiché l’esperienza è indispensabile alla luce dei pochi chilometri che si effettuano ogni anno su questo fondo. Sono fiducioso che con Kris, che si è battuto nelle prime posizioni nel 2016, e con Craig, che ha una buona conoscenza del terreno, possiamo dimostrare quanto sia migliorata dalla scorsa edizione la nostra C3 WRC."

Christophe Besse, Direttore tecnico

" Da febbraio 2017 è iniziato un lavoro importante sulle geometrie delle sospensioni, sull’ammortizzamento, sulla ripartizione della coppia tra gli assali e sulle regolazioni del differenziale centrale pilotato, e i miglioramenti si sono già visti su sterrato. L’obiettivo sarà quindi fare lo stesso in questa gara così atipica, in cui bisogna trovare subito il ritmo giusto, visto che gli scarti sono minimi. Naturalmente influirà anche l’ordine di partenza. I quattro giorni di test che abbiamo effettuato sono stati comunque organizzati con Mads in terza posizione, dopo Kris e Craig, per fare in modo che usufruisca della loro base di regolazioni e possa trovare rapidamente i suoi riferimenti con la C3 WRC. In seguito, Kris e Craig hanno provato ancora,  per usufruire a loro volta dei suoi consigli di specialista. "

 

Kris Meeke

"Quest’anno le condizioni invernali dovrebbero essere perfette, e come tutti i miei compagni di squadra non vedo l’ora di essere alla partenza! Nelle ultime stagioni, con un innevamento minimo, bisognava essere molto prudenti, per non trovarsi incastrato in un muro di neve al minimo contatto. Coi muri di neve di quest’anno, che sembrano più compatti e imponenti, dovremo adottare una guida un po’ più aggressiva e usarli di più,  e questo forse richiederà del tempo di adattamento. È una sfida entusiasmante, che cercherò di affrontare con lo stesso approccio ragionato del Montecarlo. "

Numero di partecipazioni alla prova: 4

Miglior risultato: 7° (2015)

 

Craig Breen

"Tra l’inizio e la fine della scorsa stagione la C3 WRC è migliorata molto su terra, e spero che questi progressi vengano confermati su neve e ghiaccio. La Svezia è un rally che mi piace molto, e in cui mi sento bene. Qui avevo corso la mia primissima gara al volante di una WRC nel 2014, la mia prima con Citroën Racing nel 2016. Dopo un Montecarlo difficile, vorrei segnare dei bei punti, in un’edizione che sembra avrà condizioni di strada ottimali, con muri di neve solidi che perdonano gli errori meno importanti. "

Numero di partecipazioni alla prova: 5

Miglior risultato: 5° (2017)

 

Mads Ostberg

"La Svezia è una prova che mi sta molto a cuore, in cui sono sempre stato performante, e sono felice dell’opportunità di ritrovare il team. Ho già il ritmo giusto, con due rally già disputati in Norvegia, l’ultimo dei quali concluso con un successo. Con i muri di neve di quest’anno le strade saranno più strette, e anche più tecniche, ed è possibile che noi scandinavi possiamo trarre vantaggio dalla nostra esperienza in questo senso. "

Numero di partecipazioni alla prova: 11

Miglior risultato: 2° (2011)

 

I NUMERI IMPORTANTI

  • 19 speciali per 314,25 km cronometrati totali
  • 23,9 % dei chilometri sono diversi rispetto all’edizione 2017
  • 1 successo riportato da Citroën e dalla coppia Loeb-Elena al Rally di Svezia (2004 con la Xsara WRC)
  • 137,8 km/h di media per la speciale più veloce, disputata nello stesso periodo dello scorso anno

 

UN RALLY, UNA SFIDA

Conservare i pneumatici chiodati

Lo pneumatico Michelin "Suède", più stretto di due centimetri rispetto al suo omologo per sterrato, e addirittura di cinque centimetri rispetto alla versione per asfalto, si distingue principalmente per  l’inserimento di 384 chiodi nel battistrada. I chiodi offrono un’aderenza tale che, a parità di velocità, le distanze di frenata sono uguali a quelle su asfalto asciutto! In Svezia la sfida consiste quindi nel preservare con cura queste punte lunghe venti millimetri, che fuoriescono dalla gomma di circa sette millimetri. Quello scandinavo è uno dei pochissimi rally nei quali è importante per le prestazioni poter disporre di due ruote di scorta, in particolare nei secondi giri, quando si formano i solchi e si vede la terra. La sostituzione delle ruote va fatta quindi al momento giusto, in modo che l’usura dei chiodi sia uniforme per evitare uno squilibrio nell’assetto.

 

I SEGRETI DEI ”ROUGES”

 
Kevin Struyf, ingegnere operativo, ricorda…

"Mi ricordo il Rally di Svezia del 2014. Era solo la seconda gara di Mads Ostberg nel team, e io ero il suo ingegnere operativo. Ci si aspettava molto dalla sua esperienza in questa prova, e avevamo preparato tutto bene partecipando, oltre alle prove, al Mountain Rally in Norvegia. I suoi consigli sono stati costruttivi, e siamo migliorati molto, in particolare con le regolazioni dei differenziali. La potenza di Mads in gara era migliorata progressivamente, e abbiamo raggiunto l’apice la domenica, con un bellissimo terzo posto, a soli 5’’9 dal secondo, e due scratch, nella speciale di Torntop, che ritroveremo anche quest’anno, e nella Power Stage ! "

 

 

PROGRAMMA DEL RALLY DI SVEZIA (GMT+1)


GIOVEDÌ 15 FEBBRAIO

08.00: shakedown (Skalla)

20.04: Partenza giorno 1 (Karlstad)

20.08: PS 1 – Karlstad (1,90 km)

21.54: Arrivo giorno 1

 

VENERDÌ 16 FEBBRAIO

06.00: Partenza giorno 2 e assistenza A (Torsby – 15')

07.55: PS 2 – Hof-Finnskog 1 (21,26 km)

09.07: PS 3 – Svullrya 1 (24,88 km)

09.54: PS 4 – Röjden 1 (19,13 km)

11.31: Assistenza B (Torsby – 30')

13.41: PS 5 – Hof-Finnskog 2 (21,26 km)

15.03: PS 6 – Svullrya 2 (24,88 km)

15.50: PS 7 – Röjden 2 (19,13 km)

16.56 : PS 8 – Torsby 1 (9,56 km)

17.31: Flexi assistance C (Torsby – 45')

 

SABATO 17 FEBBRAIO

07.05: Partenza giorno 3 e assistenza D (Torsby – 15')

07.54: PS 9 – Torntorp 1 (19,88 km)

09.12: PS 10 – Hagfors 1 (23,40 km)

10.08: PS 11 – Vargasen 1 (14,21 km)

11.40: Assistenza E (Torsby – 30')

12.44: PS 12 – Torntorp 2 (19,88 km)

14.12: PS 13 – Hagfors 2 (23,40 km)

15.08 : PS 14 – Vargasen 2 (14,21 km)

17.45: PS 15 – Karlstad 2 (1,90 km)

19.26: PS 16 – Torsby Sprint (3,43 km)

19.56: Flexi assistance F (Torsby – 45')

 

DOMENICA 18 FEBBRAIO

06.30: Partenza giorno 4 e assistenza G (Torsby – 15’)

07.50: PS 17 – Likenäs 1 (21,19 km)

09.51: PS 18 – Likenäs 2 (21,19 km)

12.18: PS 19 – Torsby 2 (9,56 km)

13.00: Podio (Torsby)

 


Top